Viktor Frankl. Uno psicologo nei lager

di Katia Caravello Viktor Emil Frankl (1905-1997) è stato uno psichiatra e psicoterapeuta austriaco, fondatore dell’analisi esistenziale e della logoterapia, approccio  che tende a evidenziare il nucleo profondamente umano e spirituale dell’individuo. E’ considerata la terza scuola viennese di psicoterapia, dopo la prima di Sigmund Freud e la seconda di Alfred Adler.    Nato a … Leggi tutto

La Shoah a Bologna

di Comunità Ebraica di Bologna Per completare questo nostro speciale sulla Giornata della Memoria vi proponiamo la visione della registrazione di una conferenza organizzata via Zoom Meeting dal Rotary Club dal titolo “La shoah a Bologna” tenuta dal Rabbino Capo della Comunità Ebraica di Bologna Rav Alberto Sermoneta. Il video inizia con le immagini in … Leggi tutto

Educare all’accoglienza dei rifugiati.

di Katia Caravello   Con il termine  “rifugiato”  ci si riferisce ad una persona a cui è stato riconosciuto lo status in base alla Convenzione di Ginevra del 1951, che definisce il rifugiato come colui che per fondato timore di essere perseguitato per motivi di razza, religione, nazionalità, appartenenza a un determinato gruppo sociale o … Leggi tutto

Il Pregiudizio nei confronti dei Richiedenti Protezione Internazionale e dei Rifugiati

Chi si apre al dialogo non uccide più. Zygmunt Bauman Il richiedente protezione internazionale è una persona che ha presentato richiesta di protezione internazionale ed è in attesa della decisione sul riconoscimento dello status di rifugiato o di altra forma di protezione. In Italia, tutti i migranti possono fare domanda di protezione internazionale. La definizione … Leggi tutto

Il progetto Arcobaleno ti chiede un aiuto: “Riportiamo a casa Ibrahim”!

Ci sono persone che nella propria vita devono affrontare criticità multiple, questo è il caso di Ibrahim. Un ragazzo di circa 20 anni che quotidianamente si scontra con i pregiudizi e le difficoltà conseguenti al fatto di essere una persona con disabilità (è cieco), immigrato (è di origine senegalese, ma è cresciuto in Italia) e … Leggi tutto

Immigrazione poco visibile nei tg e nei giornali, ma resta il dangerous speech

Vi proponiamo un interessante articolo pubblicato sul sito dell’associazione Carta di Roma in cui si mette in evidenza come la narrazione del fenomeno migratorio che viene fatta dai TG, pur non ricorrendo al linguaggio d’odio, contribuisca a rafforzare gli stereotipi nei confronti dei migranti, degli immigrati e dei rifugiati Immigrazione poco visibile nei tg e … Leggi tutto

Noi e Loro*

di Marina Pirazzi** È un fatto che molte persone sono orgogliose della propria cultura perché essa esprime ciò a cui danno valore, cosa sono e cosa vogliono essere. La cultura, e il linguaggio che la esprime, fanno da sfondo ad ogni accadimento della vita e producono pensieri e azioni che diamo per scontate e diventano … Leggi tutto