“Falso invalido scoperto dai carabinieri mentre fa giardinaggio”

A sinistra il logo della Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità costituito da due anelli concentrici. Le due metà di ogni anello sono di colore diverso e terminano in basso con la raffigurazione di una mano stilizzata. Al centro un cerchio di colore azzurro che rappresenta la figura di una persona che viene abbracciata. A destra la scritta: "Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità 3 dicembre"

Andrea Pancaldi

immagine di un uomo in carrozzina che sta innaffiando dei fiori

9 gennaio, periodo post natalizio, poche le notizie per i giornali dato che la politica deve ancora riprendere a pieno regime. Un falso invalido è meglio di niente e ci troviamo davanti alle solite, identiche, scontate rappresentazioni che i titoli e le tesi riportate propongono.
Ricercando su google il fatto accaduto in provincia di Ferrara si trovano tre pagine di titoli pressoché uguali, in cui le antinomie riferite alla disabilità che la (in)cultura dei giornalisti propone, sono abbastanza scontate, e riconducibili a due presunti assunti, vediamoli:
-se è disabile non po’ fare giardinaggio….quindi è falso invalido
-se è in carrozzina non può stare anche in piedi….quindi è falso invalido
Questi alcuni dei titoli e le relative fonti che comprendono quotidiani locali, televisioni locali, siti locali di informazione, siti aggregatori di notizie:
“Doveva essere in carrozzina, beccato a fare giardinaggi” – rovigooggi.it/
“Jolanda, è invalido ma annaffia il suo giardino” – lanuovaferrara.gelocal.it/
“Si finge invalido per mesi, beccato mentre lavora in giardino” – www.ilrestodelcarlino.it/
“Jolanda, è invalido ma annaffia il suo giardino” – 247.libero.it/
“Falso invalido scoperto dai carabinieri mentre fa giardinaggio” – www.telestense.it
“Invalido al cento percento scoperto fare giardinaggio” – www.estense.com
“Ferrara, invalido al 100% camminava ed annaffiava” – stadio24.com
“Truffe, invalido in sedia a rotelle sorpreso in piedi ad annaffiare il giardino” – leultimenotizie.eu
Questa volta un paio di annotazioni scritta e poi lasciamo la parola alle sole immagini che parlano da sole.
La prima annotazione è sulle decine e decine di corporative sociali che operano in campo agricolo e florovivaistico e che impegnano anche persone con disabilità. Settore che con le dinamiche relative al recente Expo e ai temi ad esso correlati (alimentare, orti, agricoltura, spreco alimentare, gastronomia, ristorazione…) si è sviluppato enormemente, pur tra luci ed ombre.
La seconda annotazione è sulla regola che la stampa propone “o stai in piedi o stai in carrozzina” che è del tutto fantasiosa in quanto esistono numerosissime persone disabili che a seconda delle situazioni stanno in piedi, da soli o con l’ausilio di bastoni…deambulatori, e seppur con difficoltà
riescono anche a camminare, o utilizzano carrozzine, magari per i tragitti più lunghi, a volte conducendole autonomamente, a volte con un accompagnatore.
Qui entra in gioco lo stereotipo “disabile in carrozzina=paralizzato= non sta in piedi”, dentro le più ampie categorizzazioni che l’iconografia, la letteratura, il cinema, i media ci offrono dentro ad un continuum cronologico che va dalla rupe Tarpea romana, passando per gli storpi davanti alle Chiese della Assisi di San Francesco o della Corte dei miracoli francese del’600, ad Enrico Toti che nella guerra 15/18 lancia la sua stampella contro gli Austriaci, per arrivare al disabile eroe dei nostri giorni, protesizzato che abbandona il classico lessico associativo/cultural/politico e coglie nella vita tutto ciò che “è una figata” sdoganando assieme immagine e linguaggi e mettendo al contempo le radici per nuovi stereotipi.

Dipinto della Rupe TarpeaDipinto di storpi nel 600Dipinto di Enrico TotiFoto Copertina Rivista con Bebe Vio


Ora torniamo invece al giardinaggio e diamo spazio alle immagini e a quello che ci raccontano e…speriamo, raccontino anche ai giornalisti de La nuova Ferrara, Il Resto del Carlino, Rovigo Oggi, Libero, Tele estense, Le ultime notizie, Stadio24, che come noi non è che farebbero tanta fatica a farsi un giro su google, sezione immagini compreso.

Immagini di Persone con disabilità che fanno giardinaggio

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on telegram
Share on whatsapp
Share on email

Lascia un commento